COMUNICATO STAMPA 


La F.A.I. esprime solidarietà al proprio Vice Presidente Vicario, Avv. Mario Ceraolo, destinatario di una aggressione verbale da parte di un inviato della trasmissione televisiva “Le Iene” che accompagnato da altri due soggetti e dopo un appostamento di ore lo ha “bloccato”  mentre, unitamente ai propri familiari, si apprestava a fare rientro nella propria abitazione, rivolgendogli, alla presenza di diverse persone, affermazioni gravemente diffamatorie in relazione alla vicenda dell’attentato al Dr. Giuseppe Antoci, ex Presidente del Parco dei Nebrodi, ed all’audizione presso la Commissione Antimafia siciliana.L’Avv. Ceraolo, già Vice Questore della Polizia di Stato, rappresenta un sicuro punto di riferimento per il movimento antiracket sin dalla costituzione della prima associazione, l’ACIO di Capo d’Orlando, e in quegli anni caldi ha partecipato alle indagini contro le famiglie mafiose dei Nebrodi arrestando pericolosi capi mafia latitanti e contribuendo a riportare nel territorio condizioni di normalità di cui oggi possono fruire imprenditori, commercianti e cittadini.                         
                                                                              Il presidente della FAI      
                                                                                     Luigi Ferrucci