Dieci anni dalla strage di Castel Volturno. Il procuratore nazionale antimafia: «La camorra non è ancora sconfitta»

L'intervista di Avvenire: Cafiero de Raho ricorda una delle azioni più violente della camorra casertana

 

La "strage di San Gennaro" è stata una delle azioni più violente della camorra casertana. A commetterla, la sera del 18 settembre 2008, furono cinque esponenti dell’ala bidognettiana del clan dei Casalesi. Strategia stragista e terroristica, guidata dal boss Giuseppe Setola per rivendicare il controllo del territorio: 17 morti in sei mesi. Furono sparati più di 130 colpi con pistole e kalashnikov contro alcuni immigrati

LEGGI L'INTERVISTA DI 'AVVENIRE AL PROCURATORE CAFIERO DE RAHO