Processo Casamonica-Roxy Bar, Ambulatorio Antiusura al fianco delle vittime

Gli avvocati di Ambulatorio Antiusura ONLUS Luigi Ciatti e Dora Vencia offriranno il legale patrocinio alle persone offese

 

Si è aperto venerdì 27 luglio presso il Tribunale di Roma il processo per i fatti del Roxy Bar alla Romanina, quartiere alla periferia di Roma: alla sbarra con le accuse di concorso in violenza privata, lesioni e danneggiamento, ipotesi di reato aggravate dal metodo mafioso, vanno un esponente della famiglia dei Casamonica e tre esponenti della famiglia di Silvio. I fatti che approdano all’aula del Tribunale penale della Capitale sono quelli relativi a quanto accaduto lo scorso aprile ai danni di una donna invalida civile e di una coppia di cittadini della Romania, titolari ed esercenti del bar danneggiato dall’azione degli imputati.

Gli avvocati di Ambulatorio Antiusura ONLUS Luigi Ciatti e Dora Vencia offriranno il legale patrocinio alla titolare del bar, al marito aggredito fisicamente dagli avventori e alla ragazza selvaggiamente malmenata all’interno del locale per aver provato ad opporsi all’atteggiamento degli imputati. Si è costituita parte civile la Confcommercio di Roma, ad ulteriore dimostrazione di solidarietà e vicinanza nei confronti delle parti offese; Fondazione Caponnetto e Regione Lazio completano il quadro delle parti civili ammesse al dibattimento.

Sarà il giudice ad accertare la rilevanza penale dei fatti allora accaduti. Ambulatorio Antiusura ONLUS, organizzazione iscritta alla FAI Federazione Antiracket Italiana e con sede presso la Confcommercio di Roma, farà la sua parte a sostegno della legalità e di un’economia improntata a correttezza ed onestà.