La FAI accanto al giornalista Paolo Borrometi

Al giornalista la solidarietà della Federazione dopo le minacce della mafia

 

La FAI Antiracket e Antiusura di Vittoria è accanto al giornalista Paolo Borrometi contro il quale la mafia stava progettando un attentato. Il suo racconto coraggioso delle mafie e dei loro affari è quanto di più destabilizzante si possa immaginare per il potere mafioso che prospera nell'omertà e nel silenzio. Paolo questo lo ha fatto sulla scia dei migliori giornalisti che hanno scritto sulla mafia siciliana, affrontando di petto la questione di quelle operanti nel sud-est della nostra isola, questione spesso sottovalutata, se non addirittura negata dall'opinione pubblica generale e troppo spesso anche dalla politica.

Le mafie, intanto, hanno accresciuto il loro potere con il traffico milionario degli stupefacenti, con le infiltrazioni nell'economia legale e con gli intrecci con la politica locale. Tutto questo Paolo lo ha capito e lo combatte tenacemente, perchè ama profondamente questa terra. Tutto questo è ora che lo capisca tutti, perchè questa è una battaglia che si vince insieme. Oggi lo ha ribadito il presidente dell'ordine nazionale dei giornalisti, Giuseppe Giulietti: se tutti i giornalisti fanno il loro mestiere con coraggio, se la denuncia è collettiva, si è meno esposti. Nessuno deve girarsi più dall'altra parte e anche i cittadini devono denunciare alle forze dell'ordine quanto sanno o vedono, perchè questa è la protezione migliore che si può offrire a Paolo Borrometi.