Ponticelli, il Prefetto di Napoli incontra i commercianti che hanno denunciato gli estorsori

La "passeggiata antiracket" nella periferia est del capoluogo campano insieme ai rappresentanti delle Forze dell'Ordine

 

Una giornata di orgoglio e riscatto per Ponticelli, quartiere nella periferia est di Napoli. Il Prefetto del capoluogo campano, Carmela Pagano, ha incontrato il gruppo di commercianti che, alla vigilia dello scorso Natale, si è rivolto all'associazione FAI antiracket di Ponticelli per chiedere aiuto e vicinanza per ciò che gli era capitato: richieste di soldi, immotivate e illegittime.

Casi di estorsione subito denunciati alle Forze dell'Ordine: questa volta a intervenire sono stati gli uomini del Commissariato di Polizia di Stato di Ponticelli, agli ordini della dirigente Antonella Andria.
Alla "passeggiata antiracket" hanno preso parte il Questore di Napoli, Antonio De Iesu, il Colonnello Ubaldo del Monaco a capo del Comando provinciale dei Carabinieri di Napoli e il Generale Gianluigi D'Alfonso a capo del Comando provinciale della Guardia di Finanza.

Per la FAI c'era il Presidente nazionale, Tano Grasso, accompagnato dal Coordinatore della FAI per la Campania, Luigi Ferrucci, insieme ai dirigenti della Federazione e ai Presidenti di diverse associazioni antiracket del napoletano. 

É stata la Presidente dell'associazione FAI antiracket di Ponticelli, Gelsomina Esposito, ad accompagnare il Prefetto e i vertici delle Forze dell'Ordine nei negozi dei commercianti aderenti all'associazione locale. Non è mancato il saluto al dirigente scolastico e a un gruppo di professori e studenti del Liceo Calamandrei.