Antiracket a scuola, l'associazione "Pomigliano per la legalità" in campo al fianco dei giovani

Diversi incontri per sensibilizzare gli studenti al consumo critico e per conoscere le battaglie contro il "pizzo"

 
 

L'associazione antiracket "Pomigliano per la legalità", aderente alla rete FAI e presieduta da Salvatore Cantone, ha promosso una serie di incontri nelle scuole volte a sensibilizzare gli studenti sui temi dell'antiracket e del consumo critico. L'obiettivo è far sì che i giovani possano essere sempre più sensibili anche alla tematica del "consumo critico", ovvero in una maggiore consapevolezza nel gesto quotidiano che può fare la differenza e sostenere gli operatori economici che hanno deciso di denunciare e ribellarsi alle estorsioni.

Gli istituti coinvolti sono due licei del napoletano, uno nel comune di Caivano, l'altro di Acerra. Varie occasioni per incontrare i ragazzi che sono stati parte attiva anche durante le iniziative con interventi e domande sull'operato dell'associazione antiracket e dei suoi dirigenti. Gli studenti hanno mostrato una particolare curiosità per le modalità con cui si combatte il "pizzo" nei comuni dell'hinterland partenopeo. L'impegno dell'associazione di Pomigliano d'Arco ha permesso di registrare il pensiero di centinaia di studenti attraverso un questionario cui sono stati sottoposti per capire le loro conoscenze e curiosità.

Prossimamente saranno organizzati incontri in altre scuole del territorio.