Il ruolo delle donne nelle mafie, giovedì 16 novembre l'anteprima della docu-serie "Camorriste" e la tavola rotonda al Suor Orsola Benincasa

Momento di confronto all'università di Napoli coordinato da Isaia Sales, docente di "Storia delle mafie"

 

Riparte anche quest’anno da un’anteprima all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli la docu-serie “Camorriste”, prodotta da A+E Networks Italia e reduce da un grande successo di pubblico per la prima serie trasmessa sul canale Sky Crime+Investigation. 

L’iniziativa promossa dal Centro di Ricerca RES Incorrupta della Facoltà di Giurisprudenza del Suor Orsola, l’unica nel Mezzogiorno con un corso di laurea magistrale in giurisprudenza a numero programmato, si svolgerà giovedì 16 novembre alle 15.30 nella Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa.

Dopo la proiezione del primo episodio della seconda stagione di “Camorriste” si svolgerà una tavola rotonda dedicata a “Il ruolo delle donne all’interno delle organizzazioni criminali mafiose” che sarà aperta dal coordinatore scientifico del Centro di Ricerca RES Incorrupta, Isaia Sales, docente di Storia delle Mafie al Suor Orsola, dal general manager di A+E Networks Italy, Sherin Salvetti e dall’Assessore alle politiche giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente. Alla discussione prenderanno parte, tra gli altri, Paolo Colangeli, regista e autore della serie, Marco Demarco, direttore della Scuola di Giornalismo del Suor Orsola, Marco Visalberghi, presidente della casa di produzione Doclab, Pietro Ioia, in rappresentanza dell’Associazione ex-detenuti Napoli, lo scrittore Fabrizio Capecelatro e i giornalisti Mary Liguori e Arnaldo Capezzuto,