Libero Grassi, il ricordo a ventisei anni dalla morte dell'imprenditore che denunciò il "pizzo"

Domani a Palermo la cerimonia alla presenza del Commissario straordinario antiracket Domenico Cuttaia

 
 

Il 29 agosto alle ore 7:30 a Palermo in via Vittorio Alfieri sarà deposta una corona di fiori per il ventiseiesimo anniversario della morte di Libero Grassi. Successivamente, alle ore 9:30, presso Villa Niscemi a Palermo si terrà un incontro pubblico, organizzato dalla FAI, Federazione delle Associazioni Antiracket e Antiusura Italiane, dal titolo “Ventisei anni dalla morte di Libero Grassi: prospettive nell’azione di contrasto al racket delle estorsioni e dell’usura”.

Sarà un’occasione preziosa per dibattere e riflettere sulla lezione di civiltà che ci ha lasciato Libero, sulla strada percorsa in questi ventisei anni di lotta al racket e sulle strategie future che sarà necessario adottare per liberare i territori e il mercato nel suo complesso, dalla pressione estorsiva ed usuraia.

Interverranno all’incontro Alice e Davide Grassi, figli di Libero e Pina Maisano Grassi; il Presidente Nazionale F.A.I. Antiracket Giuseppe Scandurra, il Prefetto di Palermo Antonella De Miro e il Commissario Straordinario Antiracket Domenico Cuttaia. Modererà il dibattito l’Avv. Valerio D’Antoni della FAI Antiracket.

Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito