A Casalnuovo la finale del torneo dedicato a Filippo Raciti

Mercoledì 17 maggio in campo la squadra della Guardia di Finanza e quella del Centro Commerciale Naturale.

Si svolgerà mercoledì 17 maggio, allo stadio comunale di Casalnuovo di Napoli, la giornata finale della seconda edizione del Torneo della Legalità "Filippo Raciti". 

L'iniziativa, organizzata dalla FAI Antiracket-Antiusura, ha visto impegnati sul terreno di gioco, oltre ai soci delle associazioni antiracket, i rappresentanti delle forze dell'ordine e nello specifico dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria. A questi si sono uniti le squadre in rappresentanza del CCN, Centro Commerciale Naturale, di Casalnuovo di Napoli, la Napoli Calcio a.s.d. dell'Ordine Provinciale degli Architetti di Napoli, e la San Giorgio Veterani Calcio. L’obiettivo del torneo è stato quello di creare momenti di educazione alla legalità, un percorso mirato a far scoprire agli giovani l’importanza di un territorio riscattabile solo attraverso l’impegno e la volontà di tutti.

Il programma prevede alle 9:30 l'apertura della manifestazione con la premiazione degli studenti per la seconda edizione del progetto "Funny School". Alle 10 l'esibizione straordinaria della Fanfara dell'8° Reggimento dei Bersaglieri di Caserta che precede l'inizio della partita finale del torneo. A battersi in campo ci saranno la squadra della Guardia di Finanza e quella del Centro Commerciale Naturale.   A seguire i saluti del Sindaco di Casalnuovo, avv. Massimo Pelliccia. Intervengono Rosario D'Angelo, Coordinatore regionale delle associazioni FAI antiracket e antiusura della Campania; Marisa Grasso, vedova del poliziotto Filippo Raciti, cui è dedicato il torneo; Tano Grasso, Presidente Onorario della FAI; Domenico Cuttaia, Commissario straordinario del Governo per le iniziative antiracket e antiusura. 

«Dopo il successo dello scorso anno, abbiamo deciso di rinnovare l’impegno anche quest’anno in ambito sportivo per dire no alle mafie e per confermare ancora una volta la straordinaria sinergia consolidata tra la FAI e le forze dell’ordine. Questa edizione assume particolare rilievo in quanto abbiamo deciso di dedicarla alla memoria di Filippo Raciti, il poliziotto ucciso il 2 febbraio 2007 a Catania, nei disordini che seguirono l'incontro di calcio tra la squadra locale e il Palermo. Sarà una manifestazione sportiva ma soprattutto di educazione alla legalità, considerata la partecipazione di oltre 1000 studenti» dichiara Rosario D'Angelo, Coordinatore regionale FAI. 

 All'evento partecipano artisti, sportivi napoletani e un calciatore della SSC Napoli e numerosi studenti delle scuole del circondario.