FAInotizie | L'associazione antiracket di Niscemi alla 37esima edizione della tradizionale sagra locale per il contrasto alle pratiche del "pizzo"


In occasione della 37esima sagra del carciofo che si è svolta a Niscemi, l’associazione FAI Antiracket “Ninetta Burgio” ha partecipato attivamente con un propria iniziativa: poster e proiezioni multimediali inerenti l'attività dell'associazione e della FAI Antiracket Nazionale. Prima il trailer del film "Pillole di coraggio 25 anni di antiracket", "Consumo Critico", "Agro mafie" e "Caporalato" oltre a filmati divulgativi sulle attività e esperienze vissute dalle associazioni partecipanti alla Federazione.

La presenza è stata l'occasione per riaffermare la presenza in città e soprattutto per avviare uno specifico e ben più intenso rapporto con gli Imprenditori, facendo evidenziare quanto e come l'associazione è fortemente interessata e attenta all'economia locale e quindi all’imprenditoria agricola, artigianale e commerciale: assi portanti dell'economia locale.

In seguito alla divulgazione dei video sopracitati è emerso che per il contrasto alle azioni illegali ed estorsive è fondamentale l'innovazione rispetto al tradizionale ed esasperato individualismo, tipico dei comportamenti locali e va anche accresciuta la qualità dello scambio e partecipazione convinta con reciproci rapporti di fiducia fra gli operatori e le associazioni antiracket. "Riteniamo la nostra partecipazione un momento importante per tutta la città ma soprattutto per i nostri giovani a cui va indirizzato maggiormente il nostro sforzo per educarli ulteriormente a desiderare un società lontano dagli intrighi mafiosi e dal malaffare" ha detto il geometra Giuseppe Reina.

"Inoltre abbiamo potuto apprezzare la copiosa partecipazione di molti operatori economici e dei visitatori provenienti dalle città limitrofe allo svolgimento dei mini-eventi a contenuto multimediale - ha aggiunto - A Niscemi c’è un forte desiderio per il cambiamento per la legalità e di un impegno contro i gruppi del malaffare che da molto tempo hanno martoriato la nostra città ostacolando lo sviluppo del territorio e della stessa democrazia".

Per l’occasione hanno partecipato alla sagra: il Sindaco della Città di Niscemi Francesco La Rosa, il Presidente del Consiglio Dr. Luigi Licata, l’Assessore Valentina Spinello, il Parroco della Chiesa Sacro Cuore Don Giuseppe Cafà, i sindaci di alcuni paesi limitrofi, il Comandante Provinciale Guardia di Finanza di Caltanissetta Col. Luigi Macchia, il Comandante Provinciale Carabinieri di Caltanissetta Col. Gerardo Petitto, il Comandante del reparto territoriale dei Carabinieri di Gela, Magg. Antonio De Rosa, il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Niscemi Luogotenente Salvatore Tigano, il Dirigente del Commissariato di Niscemi, Dr. Andrea Monaco, il coordinatore regionale della FAI, Renzo Caponetti, insieme ad alcuni rappresentanti delle associazioni culturali e di volontariato presenti nel territorio, il Presidente dell’ANPPE, Ass.ne Nazionale Polizia Penitenziaria, Pino Farruggia.