Ercolano, la FAI vicina ai commercianti: in strada insieme a cittadini, forze dell'ordine e istituzioni per la "passeggiata antiracket"

Presenti anche i famigliari di Salvatore Barbaro, vittima innocente di camorra, e il Sindaco della città


 

Si è svolta questa mattina a Ercolano, in provincia di Napoli, la tradizionale "passeggiata antiracket". Insieme al Sindaco della città, Ciro Buonajuto, e ai rappresentanti locali delle forze dell'ordine, i dirigenti della FAI e i soci dell'associazione di FAI Ercolano hanno percorso via 4 Novembre, corso Italia, via Belvedere e via Winckelmann.

È stata l'occasione per sensibilizzare i numerosi commercianti incontrati e per augurare loro un sereno Natale, in un periodo dell'anno molto particolare che vede, solitamente, un aumento delle richieste estorsive proprio in occasione del periodo festivo. A seguire, presso la redazione di "Radio Siani", un brindisi di auguri col pm antimafia Pierpaolo Filippelli.

Anche i familiari di Salvatore Barbaro, vittima innocente di camorra, era presenti all'iniziativa di questa mattina. A rappresentare la FAI, oltre i soci dell'associazione locale, c'era anche Rosario D'Angelo, coordinatore delle associazioni antiracket e antiusura della Campania.

"La nostra attenzione è sempre vigile. Ercolano è una città "derakkettizzata" ma siamo tutti sempre lì pronti a contrastare qualsiasi volontà di ripresentarsi del fenomeno" ha detto Nino Daniele, Presidente dell'associazione FAI Ercolano, nonché Assessore alla Cultura del Comune di Napoli. "Il "modello Ercolano" - ha aggiunto - ha visto risultati di grandissima importanza per il numero delle denunce, per le migliaia di anni di galera ottenuti. Ci sono anche decine e decine di collaboratori di giustizia. È un risultato come pochi. Gli imprenditori e i commercianti ci accolgono benissimo. Si sentono rassicurati della nostra presenza: ci dicono che la situazione è tranquilla. Ma noi ci siamo sempre e per loro è un riferimento importante."

"Non bisogna mai dare niente per scontato ed essere sempre presenti sul territorio con iniziative che coinvolgano soprattutto i più giovani. Rispetto al passato, pur in un momento difficile per l'economia, il commerciante è più sereno e si sente tutelato dalle istituzioni", ha detto Pasquale Del Prete dell'Associazione FAI Ercolano. "La nostra attività - ha continuato - è percepita come meritoria e non manca l'incitamento a non demordere. Siamo soddisfatti della rinnovata fiducia verso le istituzioni e per la collaborazione un tempo impensabile"