Inaugurata a Patti la nuova sede dell'associazione antiracket intitolata a Libero Grassi

Manifestazione pubblica con i dirigenti della FAI, le autorità e i figli di Libero


 

A Patti è stata inaugurata la nuova sede dell'associazione FAI Antiracket ACIAP “Libero Grassi”.

Alla cerimonia - cui ha partecipato il Presidente Onorario della FAI, Tano Grasso, insieme agli altri dirigenti della Federazione - erano presenti anche i figli di Libero Grassi, Davide e Alice, insieme alle autorità civili, militari e religiose della città. Hanno presenziato all'evento anche gli alunni delle scuole di Patti e le associazioni antiracket della Sicilia aderenti alla FAI.

Durante l'evento è stata scoperta una gigantografia dedicata alla memoria di Libero Grassi, simbolo della lotta al “pizzo”, posta all’esterno della nuova sede.

L’evento, voluto dal presidente nazionale della Fai, Pippo Scandurra coincide con il ventennale della nascita dell’Aciap. “L’associazione pattese – ha detto Scandurra – è un punto di riferimento, non solo per il territorio locale, per gli imprenditori che denunciano. Oggi per noi è un momento importante. Nel 1996 inauguravamo l’era dell’Aciap alla presenza di Pina Maisano, moglie di Libero Grassi. Oggi siamo qui a presentare la nuova sede, venti anni dopo, con i figli David ed Alice”.

Il cammino delle associazioni antiracket e l’impegno di Libero Grassi, strettamente legati fra di loro, sono stati ricordati dal presidente onorario della Fai, Tano Grasso. “Il nome di Libero Grassi e il nostro territorio – ha spiegato – sono strettamente connessi. Tutto ha avuto inizio nel gennaio del 1991 quando l’imprenditore denunciò la sua opposizione alla criminalità organizzata.

All’evento ha preso parte anche il Prefetto di Messina Francesca Ferrandino. “Si tratta di un momento importante – ha detto – perché si parla di un uomo e di una donna, Libero Grassi e la moglie Pina, che ci ricordano che tutti noi siamo lo Stato”. (Canale Sicilia)