La FAI consegna i riconoscimenti ai dirigenti della Questura di Napoli

Con le forze dell'ordine il brindisi di fine anno insieme ai dirigenti della FAI e le associazioni campane


 

 

Nel corso del tradizionale incontro di fine anno, organizzato dal Coordinamento campano delle associazioni antiracket e antiusura aderenti alla FAI, sono state consegnate le targhe ai dirigenti della Questura di Napoli in segno di stima per il delicato lavoro svolto durante questi mesi.

Nella palestra Kodokan di piazza Carlo III a Napoli il Presidente Onorario della FAI, Tano Grasso, e il Coordinatore regionale, Rosario D'Angelo, hanno consegnato i riconoscimenti al Questore di Napoli, Guido Marino, al Capo della Squadra Mobile, Fausto Lamparelli, e al Vice Questore Aggiunto Gianluca Boiano. Una targa è stata consegnata anche al Soprintendente Nicola Barbato, coinvolto in un agguato mentre svolgeva il suo lavoro nel quartiere Fuorigrotta a Napoli durante una operazione antiracket.

Dopo il discorso del Presidente Grasso, gli interventi dei dirigenti della FAI e della Polizia di Stato e le sentite testimonianze delle vittime del racket, si è svolto il brindisi di auguri in un'aria festa e di convivialità insieme a tanti uomini delle forze dell'ordine che quotidianamente si battono per contrastare le piaghe del racket.



 

 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito