A Portici la quarta "passeggiata antiracket" insieme a cittadini e forze dell'ordine

Uniti per dire no al "pizzo" e alle pratiche estorsive che incutono timore sui commercianti



Si è svolta questa mattina a Portici, nella Città Metropolitana di Napoli, la quarta "passeggiata antiracket" contro il pizzo di Natale nella strada dello shopping. Ha partecipato anche il Presidente Onorario della Federazione Italiana Antiracket e Antiusura, Tano Grasso.

Un gruppo di aderenti all'Associazione FAI Antiracket 'Giovanni Panunzio', insieme con le forze dell'ordine, ha percorso il viale Leonardo da Vinci, cuore pulsante del commercio cittadino, invitando i commercianti a non piegarsi alla pratica del racket e a denunciare eventuali tentativi di richieste estorsive o pressioni della criminalità. Il percorso è stato diviso in tre zone ciascuna affidata rispettivamente a Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza che, insieme agli aderenti alla Federazione Antiracket, hanno fatto tappa nei negozi aderenti alla campagna etica del "consumo critico", cioè quelli che non pagano tangenti alla camorra e che quindi non la alimentano.

Alle vetrine sono stati affissi volantini con i numeri di riferimento dell'associazione FAI Antiracket "Panunzio" e del centro di ascolto antiusura "Don Pino Puglisi". A tutti è stato rinnovato l'invito a tenere desta l'attenzione soprattutto in prossimità delle feste natalizie.



Portici, marcia contro il racket (L'Ora Vesuviana).

Passeggiata antiracket in vie shopping (Ansa.it).
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito