FAInotizie | Parete, pizzo di Natale: arrestati in quattro

Le indagini curate dai Carabinieri e dalla Procura Antimafia


Quattro persone, due napoletani e due casertani, risultano indagati dalla Procura antimafia di Napoli per il reato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso per aver richiesto il “pizzo” a un imprenditore edile di Parete, comune in provincia di Caserta.

Nel momento in cui si sono presentati presso il cantiere, però, i quattro hanno trovato davanti gli uomini dell’Arma dei Carabinieri. Secondo le indagini, coordinate dal pm della Dda partenopea Alessandro D’Alessio, i quattro sono vicini al clan camorristico Bidognetti.

La brillante operazione dei Carabinieri è frutto di accurate indagini su un territorio particolarmente delicato sul quale, già da tempo, si distingue l’impegno civico delle associazioni - tra cui la F.A.I. Unione Casertana Antiracket - che lottano contro l’illegalità e per il contrasto del fenomeno del racket.