Campania: 44 arresti

Bliz anticamorra contro il clan dei casalesi

Nuovo colpo inflitto al clan dei casalesi, guidati dalla famiglia Russo. La DIA di Napoli ha eseguito oggi martedì 15 settembre quarantaquattro ordinanze di custodia cautelare e sequestrate  cinque aziende e 3.200 slot machine. Le accuse contestate a vario titolo sono di associazione camorristica, trasferimento fraudolento di valori, estorsione, illecita concorrenza con minaccia o violenza e riciclaggio, tutti reati aggravati dalla finalità mafiosa.
L’indagine riguarda le attività del gruppo Schiavone-Russo, indicato come il nucleo centrale dell’organizzazione. L’inchiesta nasce dalle dichiarazioni di collaboratori di giustizia e da numerose intercettazioni. Secondo gli inquirenti i Russo si erano imposti nella gestione delle estorsioni e del controllo degli appalti, in rapporti con rappresentanti delle amministrazioni locali, e nel controllo delle principali attività economiche, soprattutto attraverso commercianti e imprenditori conniventi.