FAInotizie | Comunicato del Consiglio Direttivo del 21 luglio 2016


Il Consiglio Direttivo della FAI, riunito nella sede nazionale di Napoli giovedì 21 luglio 2016, ha adottato le seguenti deliberazioni.
- Preso atto delle dimissioni di Rosario D’Angelo dalla carica di Vicepresidente della Federazione il Direttivo ha proceduto alla sua sostituzione. Dopo un’opportuna consultazione e conseguente discussione è emersa l’idea di rappresentare nell’Ufficio di Presidenza le regioni in cui la FAI è maggiormente presente. Partendo da tale condivisa convinzione il Direttivo ha deliberato unanimemente di nominare nell’Ufficio di Presidenza Mauro Magnano per la Sicilia, Luigi Ferrucci per la Campania e Renato De Scisciolo per la Puglia. Con tali nomine l’Ufficio di Presidenza sarà, quindi, strutturato in modo tale da poter meglio funzionare con rapide convocazioni e assumere decisioni nelle quali tutti possano sentirsi rappresentati. Tra l’altro, tale modello organizzativo, non in contrasto con le norme statutarie, è già stato sperimentato in passato rispondendo alle esigenze di una più efficace e rapida capacità organizzativa.
- Si è deliberato, inoltre, di costituire i Coordinamenti regionali e di adottare uno statuto-tipo nel quale è indicata la durata del mandato di Coordinatore a massimo tre anni.
- Si è deliberato di costituire i Coordinamenti provinciali nelle realtà dove insistono almeno quattro associazioni antiracket. Per favorirne la funzionalità tali Coordinamenti saranno disciplinati da apposito regolamento.
- Per dare seguito al fondamentale principio della democraticità delle associazioni, e per renderlo operativo attraverso il criterio della rotazione, il Direttivo propone ai dirigenti della FAI - che collaborano alla promozione di nuove associazioni - di adottare uno Statuto che preveda anche per i Presidenti delle singole associazioni la durata triennale del mandato.
- Si sollecitano le associazioni a programmare in tutte le regioni, a partire dal mese di settembre 2016, corsi di formazione o seminari sul modello interdisciplinare e interfacciati con gli operatori delle Forze dell’Ordine.
- Si invitano le associazioni a riprogrammare eventi nei quali si presentano i testi della collana “Arcipelago” sullo schema dei già sperimentati “Giovedì dell’antiracket”. Si propone, altresì, di organizzare iniziative nel corso delle quali si possa proiettare il documentario “Pillole di coraggio – 25 anni di antiracket” che ricostruisce la vita del movimento antiracket e della FAI dal 1990 al 2015.
- Si è deliberata, anche per l’edizione 2016, la partecipazione della FAI alla Fiera del Levante di Bari.