A Siracusa le associazioni antiracket incontrano il Commissario Antiracket Giuffrè


Il prossimo Lunedì 18 Luglio 2016 nella sala stampa del Comune di Siracusa si svolgerà l’incontro delle associazioni antiracket aderenti alla F.A.I. con il Commissario Straordinario Antiracket Santi Giuffrè.

“Innovazioni nel campo procedurale e delle rappresentanze per incentivare le denunce antiracket e antiusura. L’esperienza Siracusa”. Questo è il titolo dell’iniziativa promossa dalla FAI Antiracket insieme alla Prefettura di Siracusa e Commissariato Nazionale Antiracket.

L’inizio dei lavori è previsto per le 10:30. I saluti sono affidati a Giuseppe Scandurra, Presidente FAI; al Sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo; al Coordinatore Provinciale FAI, Paolo Caligiore. Previsti, durante il dibattito, gli interventi del Presidente Onorario della FAI, Tano Grasso; del Prefetto di Siracusa, Armando Gradone e di Vittorio Pianese, componente del Comitato Nazionale Antiracket. Le conclusioni sono affidate, invece, al Commissario Straordinario Antiracket, Santi Giuffrè.

«Parleremo delle nuove strategie relative al contrasto del racket e dell’usura», dichiara Mauro Magnano, coordinatore regionale FAI per la Sicilia, il quale ricorda che Siracusa è la seconda provincia in Sicilia per il numero di associazioni antiracket attive. «Sarà un modo per fare una riflessione critica sui temi. Oggi il segreto è nel fare squadra con le Forze dell’Ordine, con la Prefettura e con la parte sana della società: questo è ciò che serve».

Una parte dell’incontro è dedicata proprio alla descrizione dell’ “esperienza Siracusa”, della sinergia tra le associazioni antiracket, forze dell’ordine e Prefettura di Siracusa per il contrasto del racket. 

ab