Il 16 maggio a Castel Volturno per ricordare Domenico Noviello


16 maggio 2008 - 16 maggio 2016


Lunedì 16 maggio, la Federazione nazionale delle Associazioni Antiracket ed Antiusura Italiane (FAI), ricorderà l’imprenditore Domenico Noviello nell’ottavo anniversario dalla sua barbara uccisione avvenuta il 16 maggio del 2008. L’obiettivo è fare memoria e proporre nel contempo, una riflessione continua sul significato della scelta di Noviello di opporsi alle richieste estorsive.
La commemorazione avrà inizio alle ore 11,00 in Piazzetta Domenico Noviello, località Baia Verde, con la presenza dei familiari, dei cittadini e delle autorità civili, militari e religiose. Alle ore 11,30, la commemorazione continuerà con un dibattito pubblico presso la sede della FAI Antiracket Castel Volturno Associazione “Domenico Noviello” (via Ostia n.7/9). Interverranno:  Dimitri Russo sindaco di Castel Volturno, Luigi Ferrucci presidente dell’associazione castellana costituitasi il 9 novembre del 2010, Valerio Taglione coordinatore del Comitato Don Peppe Diana, Tano Grasso presidente onorario della FAI e Santi Giuffrè commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura. Le conclusioni saranno affidate a Rosy Bindi presidente della Commissione Parlamentare Antimafia.
Ricordare, ogni anno nel giorno della sua scomparso, il coraggioso imprenditore Domenico Noviello vuol dire continuare ad esprimere un convinto no al racket e mostrare l’evidente cambio di mentalità che da quel tragico 16 maggio del 2008 si è generato a Castel Volturno, ma soprattutto incoraggiare sempre di più imprenditori, commercianti, operatori economici a denunciare qualsiasi forma di estorsione. L’evento è organizzato in collaborazione con Libera Caserta e con Il Comitato don Diana.
cdc