Il Viceministro Bubbico con la FAI a Vittoria

In occasione dei primi due anni di vita dell'Associazione FAI Antiracket Vittoria, un convegno dal titolo 'Economia criminale e nuove forme di pizzo'

Sabato 20 febbraio 2016  alle ore  17:00, presso la Sala delle Capriate – Chiostro delle Grazie, in provincia di Vittoria (Ragusa) si terrà il convegno ‘Economia Criminale e nuove forme di pizzo’. L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione FAI Antiracket e Antiusura Vittoria insieme con la FAI – Federazione delle Associazioni Antiracket e Antiusura Italiane e il Comune di Vittoria in occasione  del secondo anniversario dell’Associazione antiracket guidata dall’imprenditrice Eliana Giudice.   Numerosi gli ospiti che interverranno. Dopo i saluti del sindaco della città di Vittoria Giuseppe Nicosia e del prefetto di Ragusa Maria Carmela Librizzi, traccerà i due primi anni di vita dell’associazione antiracket il presidente Eliana Giudice.  Si susseguiranno gli interventi del presidente onorario della Fai Tano Grasso, del commissario antiracket Santi Giuffrè, del giornalista Paolo Borrometi e del magistrato Bruno Giordano. Le conclusioni saranno affidate al Viceministro dell’Interno Filippo Bubbico.   

 

Il 7 febbraio 2014 è stata una data storica per la città di Vittoria grazie alla presenza della Federazione Antiracket e Antiusura italiane. Il nuovo baluardo di legalità fu inaugurata presso la Sala del Chiostro delle Grazie (ex Convento dei Frati Minori, dopo un intenso anno di lavoro con gli operatori economici che si sono ribellati al pizzo. Una iniziativa che rientrava nell’ambito del PON Sicurezza, il più ampio progetto di stesura nazionale della FAI- Federazione delle Associazioni Antiracket e Antiusura Italiane e coordinata dal Presidente dell’Associazione Antiracket “G. Giordano” di Gela, Componente del Direttivo Nazionale della FAI, Renzo Caponetti promotore della costituzione di nuove Associazioni Antiracket nel territorio regionale. Il 23 maggio dello scorso anno,  è stata inaugurata la nuova sede dell’associazione antiracket di Vittoria ubicata nei locali dell’ex tribunale di via Gaeta, in una data emblematica che rievoca la strage di Capaci dove persero la vita Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta. Si tratta, infatti, di un luogo simbolo per la legalità, dove campeggiano due murales che raffigurano i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. La sede, composta da due stanze ed una sala convegni per i momenti assembleari, è stata concessa in comodato d’uso gratuito all’Associazione Antiracket dall’Amministrazione comunale.