Diamoci un taglio. No al racket, non lasciamo solo chi denuncia!


Per espime vicinanza e solidarietà al parrucchiere Salvatore Castelluccio


Lunedi 25 gennaio, alle ore 17:00, presso il Coiffeur ‘Pianeta Donna’, in Largo Ecce Homo, nel centro storico di Napoli, alle spalle di Santa Maria La Nova, si terrà l'iniziativa "Diamoci un taglio. No al racket, non lasciamo solo chi denuncia!", organizzata da LIbera 'Associazioni, nomi e numeri contro le mafie',  la FAI - Federazione delle Associazioni Antiracket ed Antiusura Italiane, il Comitato Don Peppe Diana e la NCO - Nuova Cooperazione Organizzata. 

Si tratta di un altro importante invito ai cittadini e ai consumatori critici a non lasciar soli gli operatori economici che hanno scelto di non pagare le estorsioni e dunque di non alimentare le casse della camorra. L'iniziativa punta a dare un chiaro segnale di solidarietà a Salvatore Castelluccio e a tutti coloro che denunciano il reato di estorsione. Il parrucchiere Salvatore Castelluccio, che ha reagito alle richieste estorsive e fatto arrestare i responsabili, da agosto dello scorso anno vive e continua a lavorare sotto scorta.
L’iniziativa, dunque, è promossa per richiamare ancora una volta l’attenzione sul fenomeno del racket  e per esprimere concreta solidarietà ai tanti commercianti che hanno già denunciato e che si sono opposti agli estorsori, incoraggiando gli altri a non pagare il ‘pizzo’.