Franco Roberti ad Ercolano


25 anni di storia del movimento antiracket insieme a Franco Roberti, Nino Daniele e Tano Grasso


25 lunghi anni di coraggio per liberare un pezzo di Italia. 25 anni del movimento antiracket.  Se ne parlerà lunedì 18 gennaio alle ore 17, presso la Parrocchia Santa Maria della Consolazione di Ercolano (Corso Resina, 15). L’occasione sarà data dalla presentazione del libro “Storia del movimento antiracket 1990- 2015”, scritto da Filippo Conticello ed edito da Rubettino. Interverranno il presidente dell’Associazione Fai Antiracket ‘Ercolano per la legalità’ Nino Daniele e il presidente onorario della FAI Tano Grasso. Le conclusioni saranno affidate al Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti. Saranno, altresì, presenti il Procuratore aggiunto di Torre Annunziata Pierpaolo Filippelli e il Maggiore del Carabinieri Antonio Di Florio. Fu Capo d’Orlando, negli anni Novanta, a dire di no ai signori del pizzo ed organizzare la prima associazione antiracket, uno strumento innovativo per sottrarre il singolo operatore economico alla solitudine ed evitare il sacrificio di altri Libero Grassi. Un modello felice, da riprodurre ovunque ci siano imprenditori pronti a ribellarsi all’estorsione mafiosa. Il volume – il quarto della collana ‘Arcipelago. Mafie – Economia – Impresa’ curata da Tano Grasso nell’ambito delle azioni del Pon Sicurezza - racconta questo contagio positivo, lo sviluppo delle associazioni in piccoli paesi e grandi centri. Nel resto della Sicilia, in Calabria e Puglia, fino allo sbarco a Napoli e in Campania. Un movimento, la Fai (Federazione antiracket italiana), che cresce e produce denunce. Risultati pratici, perfino una legge di sistema che tutela gli imprenditori ribelli. Il volume “Storia del Movimento Antiracket. 1995 – 2015”  è scaricabile dal sito della FAI www.antiracket.info